Sciroppo verde: per cosa fa bene la menta? Che proprietà ha?

Lo sciroppo di menta è un prodotto che viene estratto dalle foglie della pianta della menta, (dopo un processo di lavorazione che prevede la macerazione) e poi miscelato con acqua e zucchero. Viene utilizzato come bevanda dissetante, generalmente non pura, ma unita ad acqua o latte: per questo viene solitamente utilizzata soprattutto nel periodo estivo.

La menta è una pianta molto diffusa in Italia e in tutta l’area mediterranea: appartiene alla famiglia delle Labiate, genere mentha. Cresce facilmente in zone pianeggianti, ma non teme zone montuose e montuose non troppo alte: fino a 700 metri non presenta problemi di adattamento. Le specie più comuni, o comunque quelle che conosciamo meglio sono: menta piperita, menta verde e menta acquatica; le foglie sono generalmente di un bel colore smeraldo intenso, mentre le infiorescenze tendono al rosa. La menta è una pianta selvatica, che può essere coltivata anche in casa, è molto resistente e non teme le rigide temperature invernali né il terribile caldo estivo, è così forte che a volte può diventare un parassita per altre piante e quindi diventa necessario tenerla sott’occhio periodicamente. La menta è stata apprezzata fin dall’antichità per le sue proprietà rinfrescanti, stimolanti e aromatizzanti. È menzionata nell’Antico Testamento, in cui si legge che gli ebrei la utilizzavano per profumare le tavole (e probabilmente anche per dare un aroma particolare ai pasti), mentre in epoca classica sia i greci che i romani la consideravano un afrodisiaco, come testimoniano Discoride e Galeno, due famosi medici di origine greca. Le note virtù stimolanti della pianta fecero sì che presso alcuni popoli mediterranei, le foglie di menta fossero sparse sul letto e nella camera da letto degli sposi la prima notte di nozze.

Proprietà benefiche e curative della menta

Le proprietà benefiche universalmente riconosciute della menta sono pressoché le stesse per tutte le specie che conosciamo: il mentolo è il principio attivo protagonista presente nelle foglie di questa pianta e ha un effetto benefico sul sistema digerente, stimolando lo stomaco e calmando i disturbi gastrointestinali. Ha un buon effetto anche sul sistema nervoso centrale, quindi può essere utilizzato come analgesico, ma con moderazione, poiché a dosi elevate può provocare alterazioni e quindi essere dannoso. La menta, oltre ad avere proprietà sedative e a essere molto efficace contro la cinetosi, ha anche proprietà rinfrescanti per l’alito e in generale è benefica per le mucose. Anche l’olio essenziale di Menta è anche un ottimo germicida, è in grado di prevenire le infezioni e trova impiego nella cura del fastidioso virus herpex simplex; inoltre è molto efficace contro punture di insetti e ustioni: anche in questo caso le dosi devono essere moderate ed è consigliabile fidarsi del parere del medico.

Menta per la cura di disturbi comuni

Le foglie di menta o olio che da esse si può estrarre, può essere perfettamente utilizzato per la cura di altre patologie e/o disturbi comuni:

  1. Menta per trattare l’asma: l’uso regolare di quest’ erba è molto utile per i pazienti asmatici, poiché è un buon rilassante e allevia la congestione.
  2. Menta per la rinite allergica: le allergie stagionali e il raffreddore da fieno (noto anche come rinite) colpiscono milioni di persone in tutto il mondo. È stato dimostrato che gli estratti di foglie di menta inibiscono il rilascio di alcune sostanze chimiche, che aggravano i gravi sintomi nasali associati alla febbre da fieno e alle allergie stagionali.
  3. Menta come alleata della corretta digestione: la menta è un ottimo spuntino o un detergente per il palato. L’aroma dell’erba attiva le ghiandole salivari della bocca, così come le ghiandole che secernono enzimi digestivi, facilitando così la digestione. Lenisce anche lo stomaco in caso di indigestione o infiammazione ed è un potente rimedio per alleviare i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile (IBS). Uno studio del 2013 ha rivelato che il mentolo presente nella menta ha la capacità di alleviare la diarrea, inoltre, se sei una persona che percorre lunghe distanze in aereo o in barca, l’olio di mentolo derivato dalle caramelle alla menta piperita può essere un potente sollievo per la nausea e le vertigini correlate.
  4.  Menta come aiuto per l’allattamento al seno: per molte donne, l’allattamento al seno è una parte bellissima della crescita di un bambino, ma può influenzare negativamente la sensibilità del tuo seno e soprattutto dei tuoi capezzoli. Uno studio di ricerca pubblicato sull’International Breastfeeding Journal nel 2007 ha dimostrato che il tè alla menta aiuta a ridurre le crepe e il dolore dei capezzoli che spesso accompagnano l’allattamento al seno nei primi mesi post gravidanza.
  5. Menta per prevenire disturbi respiratori: un altro vantaggio della menta è che è utile per i disturbi respiratori. Una ricerca condotta da Ron Eccles dell’Università del Galles, nel Regno Unito, afferma che il mentolo, che si trova nelle foglie di questa pianta dai mille effetti curativi, aiuta ad alleviare la congestione nasale. Il forte aroma di questa erba è anche molto efficace per eliminare la congestione dalla gola, dai bronchi e dai polmoni dando sollievo ai disturbi respiratori che spesso derivano da asma e raffreddori comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *