Terra PuroBio: che cosmetico è? A cosa serve? Da quali ingredienti è composto?

La terra, conosciuto anche come bronzer, è uno degli elementi imprescindibili per ogni appassionato di make up. Il suo utilizzo non è infatti strettamente legato in modo esclusivo al periodo estivo, anzi. Ormai in commercio è possibile trovare qualsiasi sfumatura e consistenza, ma ciò che interessa a molti consumatori è anche e soprattutto l’impatto ambientale dei loro prodotti preferiti. La terra PuroBio riesce a coniugare la qualità di un buon prodotto di bellezza a un INCI ottimale e rispetto per l’ambiente. Vediamo di cosa si tratta nel dettaglio.

Il marchio PuroBio

Il marchio PuroBio è made in Italy e da anni si è stabilito come punto di riferimento grazie ai suoi principi fondamentali. Alla base del suo operato, come riportato anche nella mission del brand, c’è infatti la voglia di creare prodotti inclusivi per ogni tipo di bellezza, al giusto prezzo e con un occhio di riguardo verso la natura.

Alla base di ogni prodotto ci sono ingredienti di origine naturale e il pieno rispetto per l’ambiente. Grazie a questa filosofia, il marchio PuroBio si può avvalere di diverse certificazioni: cruelty free, organic cosmetic, vegan ok e nichel tested.

Caratteristiche della terra PuroBio

La terra PuroBio ha una consistenza compatta, ma allo stesso tempo presenta una texture leggera e setosa al tatto. Queste caratteristiche la rendono il prodotto ideale per scolpire e definire il viso, anche per chi si sta appena approcciando alla tecnica del contouring.

Utilizzando la terra PuroBio dopo aver applicato il fondotinta, infatti, si possono ricreare i contrasti e i chiaroscuri che possono accentuare i vostri punti di forza o minimizzare i difetti e le asimmetrie del viso. E non solo: applicando un leggero strato di terra, l’incarnato apparirà colorato in modo naturale, dando l’impressione di essere appena stati baciati dal sole.

Seguendo la filosofia del brand, la terra PuroBio è disponibile in diverse tonalità. In questo modo sarà molto più facile trovare la sfumatura più adatta al vostro tono di pelle.

Come si usa la terra PuroBio?

La tecnica più utilizzata dai make up artist su come applicare la terra abbronzante al meglio consiste innanzitutto nella giusta scelta del pennello. Quest’ultimo deve essere di dimensioni medie e deve avere un punta tonda. PuroBio mette a disposizione nel suo shop anche un pennello apposito, che trovate sotto la dicitura di “pennello 12“, utile per scolpire, oppure “pennello 02“, più indicato per ottenere un effetto diffuso.

Prelevate con il pennello una piccola quantità di terra PuroBio e applicatela con movimenti circolari a partire dal centro del viso, sfumando verso l’esterno.

Generalmente si impiega sul bordo della fronte, verso l’attaccatura dei capelli. A seguire, si scende sulla zona del naso, in cui vorrete impiegarla sui bordi per dare definizione e correggere eventuali deviazioni e asimmetrie. Allo stesso modo, potete applicare la terra PuroBio immediatamente sotto gli zigomi, per valorizzarli e farli apparire più alti.

Infine, la terra PuroBio, proprio grazie alla sua particolare texture versatile e ai suoi colori naturali, può essere utilizzata anche come ombretto, nonché come polvere per sopracciglia.

Terra PuroBio: INCI e formulazione

Come già detto, questo brand made in Italy è da sempre attento alla qualità e alla provenienza dei suoi ingredienti. I pigmenti contenuti all’interno dei prodotti PuroBio sono 100% naturali, mentre la mica e la silica contribuiscono a rendere la consistenza più modulabile e facile da sfumare.

Per quanto riguarda l’INCI completo, eccolo di seguito:

mica, zea mays starch (zea mays (corn) starch)*, squalane, zinc stearate, silica, tocopherol, glyceryl caprylate, parfum
(fragrance), oryza sativa powder (oryza sativa (rice) powder)*, butyrospermum parkii butter (butyrospermum parkii (shea) butter)*, prunus armeniaca kernel oil (prunus armeniaca (apricot) kernel oil)*, persea gratissima oil (persea gratissima (avocado) oil)*, pongamia glabra seed oil, macadamia ternifolia seed oil* .

Può contenere: ci 77891 (titanium dioxide), ci 77491 (iron oxides), ci 77492 (iron oxides), ci 77499 (iron oxides)

Dove trovate un *, il produttore ha voluto specificare che l’ingrediente proviene da agricoltura biologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *