Spazzolino elettrico: ecco i migliori per tipi di rotazione, materiali e alimentazione

Scommetto che stai cercando uno spazzolino elettrico e ti stai chiedendo quale il più consigliato. Bene, sei arrivato nel posto giusto. Abbiamo fatto una ricerca approfondita sugli spazzolini elettrici e te ne parleremo qui sotto.

Tipi di rotazione di uno spazzolino elettrico: oscillazione, rotazione, pulsazione, tecnologia sonica, tecnologia ad ultrasuoni e tecnologia iO

Oscillazione: gli spazzolini oscillanti usano una combinazione di movimenti di spazzolamento avanti e indietro per pulire i denti e massaggiare le gengive. Questi spazzolini oscillanti si muovono con movimenti brevi e rapidi, ed è per questo che sono conosciuti anche come spazzolini sonici.

Rotazione: gli spazzolini rotanti sono simili a quelli oscillanti – usano una combinazione di movimenti avanti e indietro che massaggiano le gengive e puliscono i denti. La differenza tra loro è che gli spazzolini rotanti hanno testine più piccole che girano sul proprio asse, mentre la testina di uno spazzolino oscillante si muove in un movimento circolare.

Pulsazione: gli spazzolini a pulsazione sono progettati per imitare il movimento degli spazzolini manuali usando vibrazioni ad alta frequenza. Questi tipi di spazzolini elettrici possono essere più efficaci dei normali spazzolini elettrici con altri tipi di movimento perché possono arrivare più in profondità tra i denti e lungo la linea gengivale.

Tecnologia sonica: uno spazzolino sonico vibra a una frequenza di circa 25.000 colpi di spazzola al minuto. Questo è abbastanza veloce da produrre milioni di piccole bolle tra i tuoi denti e lungo la linea gengivale. Quando queste bolle scoppiano, rilasciano ossigeno che può aiutare a combattere la placca e i batteri.

Tecnologia a ultrasuoni: come gli spazzolini sonici, anche gli spazzolini a ultrasuoni utilizzano vibrazioni ad alta frequenza per pulire i denti. Tuttavia, gli spazzolini a ultrasuoni non si basano su acqua o aria per creare le loro bolle. Invece, usano un trasduttore piezoelettrico per generare onde ultrasoniche dall’interno della testina stessa. Queste onde creano migliaia di bolle microscopiche che salgono attraverso la bocca e scoppiano contro i denti e le gengive mentre ti lavi i denti. Questa azione aiuta a rimuovere la placca e i detriti dai punti difficili da raggiungere nella tua bocca senza doverli strofinare manualmente con le dita o con il filo interdentale tra i denti.

Tecnologia iO – Intelligent Oral Care System: questa tecnologia brevettata ti permette di spazzolare i denti per un massimo di due minuti per sessione fino a quando non senti di aver spazzolato tutte le superfici della bocca abbastanza a fondo.

Materiali di uno spazzolino elettrico: plastica ed acciaio inossidabile

I materiali di cui è composto lo spazzolino elettrico comprendono:

plastica: la maggior parte degli spazzolini elettrici è realizzata in plastica. È resistente, poco costosa, facile da pulire e sterilizzare e non conduce elettricità. Inoltre, ha una superficie liscia che si sente bene sulle gengive. Gli spazzolini di plastica presentano però alcuni svantaggi. Possono ospitare batteri e non sono adatti a chi soffre di allergie al lattice o a chi desidera un’opzione ecologica.

Acciaio inossidabile: questi spazzolini hanno un fusto solido in metallo e setole inserite in una base di gomma. Il tipo di acciaio più comunemente utilizzato è l’acciaio inox chirurgico 316LVM, altamente resistente ai germi e alla corrosione grazie all’elevato contenuto di cromo (18%). Le spazzole in acciaio inossidabile sono più costose di quelle in plastica, ma durano più a lungo e quindi sono un investimento migliore nel lungo periodo. Sono ideali anche per chi è allergico ad altri materiali come il nichel o il cromo, perché l’acciaio inossidabile non contiene sostanze nocive come questi metalli.

Spazzolino elettrico: alimentazione e come cambiare la batteria

La maggior parte degli spazzolini elettrici è dotata di batterie sostituibili che si possono acquistare nella maggior parte delle farmacie o dei negozi di alimentari. Tuttavia, alcuni spazzolini elettrici hanno una batteria interna che non può essere sostituita.

Gli spazzolini elettrici con batterie sostituibili consentono di utilizzare una testina per un periodo di tempo più lungo prima di sostituirla. In questo modo si riduce la quantità di rifiuti prodotti dalla routine di igiene dentale, perché non si deve buttare via l’intera testina quando è necessario sostituirne solo una parte.

Gli spazzolini elettrici con batterie interne possono essere più comodi e facili da usare perché non richiedono una fonte di alimentazione esterna: basta premere un pulsante!

La sostituzione della batteria di uno spazzolino elettrico è un’operazione semplice. È necessario sapere come aprire lo spazzolino elettrico, trovare la batteria e sostituirla con una nuova.

Se avete uno spazzolino elettrico ricaricabile, dovreste cambiare le batterie ogni sei mesi. Questo perché possono perdere energia anche quando non vengono utilizzate. Se non le cambiate in tempo, potrebbero non funzionare correttamente quando ne avete più bisogno.

Come sostituire la batteria di uno spazzolino elettrico:

Fase 1: aprire lo spazzolino elettrico. La prima cosa da fare è aprire lo spazzolino elettrico svitando la testina dal manico.

Fase 2: individuare il vano batteria e rimuoverlo dallo spazzolino elettrico. Il vano della batteria si trova all’interno dello spazzolino elettrico, quindi cercate un piccolo foro o una fessura che vi permetta di accedervi facilmente senza danneggiare altre parti del dispositivo.

Fase 3: inserire la nuova batteria nel dispositivo e provarla! Se tutto è andato secondo i piani, congratulazioni! Avete appena sostituito la batteria dello spazzolino elettrico senza rompere nulla al suo interno!

Vantaggi e svantaggi di uno spazzolino elettrico

Gli spazzolini elettrici sono generalmente più efficaci dello spazzolamento manuale perché le setole motorizzate possono raggiungere e pulire le aree dei denti più difficili da raggiungere.

Possono essere una buona opzione per chi ha problemi di mobilità che rendono difficile lavarsi i denti manualmente. Alcuni spazzolini elettrici sono progettati per essere usati sotto la doccia, quindi sono utili per le persone affette da artrite o che comunque hanno difficoltà ad afferrare e stringere il manico dello spazzolino mentre si lavano i denti.

Gli spazzolini elettrici possono aiutarvi a migliorare la vostra salute orale se non state già praticando buone abitudini di igiene orale.

Alcune ricerche hanno dimostrato che gli spazzolini elettrici non sono sempre più efficaci di quelli manuali nel rimuovere la placca e migliorare la salute delle gengive. Se non avete già una routine consolidata di spazzolamento, uso del filo interdentale e risciacquo con collutorio, il passaggio da uno spazzolino manuale a uno elettrico potrebbe non fare molta differenza per la vostra salute orale.

Come smaltire lo spazzolino elettrico

È importante sapere che non è possibile gettarlo semplicemente nella spazzatura perché ciò danneggerebbe l’ambiente. Gli spazzolini elettrici hanno molti componenti realizzati con materiali riciclabili e devono essere smaltiti correttamente. Ecco come smaltire il vecchio spazzolino elettrico:

potete riciclare il vostro vecchio spazzolino elettrico lasciandolo in un qualsiasi centro di riciclaggio vicino a voi. La maggior parte dei comuni dispone di centri di raccolta che accettano vari tipi di materiale elettronico, tra cui telefoni cellulari e computer. Se non c’è un centro di riciclaggio vicino a voi, contattate l’amministrazione locale per sapere come vengono gestiti i processi di smaltimento dei rifiuti nella vostra zona.

Come pulire uno spazzolino elettrico

Il modo migliore per pulire uno spazzolino elettrico è usare acqua calda e sapone.

Gli spazzolini elettrici sono progettati per essere puliti allo stesso modo di quelli manuali. La differenza principale è che hanno un piccolo foro alla base, dove si trova il vano batteria. In questo foro è possibile inserire un plettro per la pulizia della testina dello spazzolino e utilizzarlo come si farebbe con uno spazzolino manuale. In questo modo è possibile rimuovere eventuali accumuli di batteri o particelle di cibo dall’interno del manico.

Un altro metodo consiste nel mettere lo spazzolino elettrico sotto l’acqua corrente e lasciarlo riposare per alcuni minuti per consentire alle particelle di cibo rimaste di staccarsi.

Se si desidera mantenere lo spazzolino elettrico particolarmente pulito, si dovrebbe anche considerare l’uso di un collutorio antibatterico, che può aiutare a eliminare i batteri che potrebbero causare l’alito cattivo o i disturbi gengivali.

La cosa principale da ricordare quando si pulisce uno spazzolino elettrico è che non bisogna immergerlo in acqua o metterlo in lavastoviglie. Si dovrebbe anche evitare di usare prodotti chimici aggressivi come la candeggina o l’alcol sullo spazzolino, perché potrebbero danneggiarne i componenti interni.

Domande frequenti

Che cos’è uno spazzolino elettrico?

Lo spazzolino elettrico è uno spazzolino alimentato che pulisce i denti e le gengive utilizzando un movimento di rotazione-oscillazione. Può anche essere dotato di un timer e di altre funzioni, come i sensori di pressione che avvisano quando si spazzola troppo forte.

Come funziona?

Lo spazzolino elettrico utilizza una testina rotonda che oscilla e ruota, aiutando a pulire tra i denti. La testina si muove avanti e indietro per pulire le superfici esterne di ogni dente e poi si muove in modo circolare per pulire le superfici interne dei denti. La testina può essere mossa a velocità diverse a seconda della forza o della delicatezza con cui viene premuta.

Gli spazzolini elettrici utilizzano batterie o elettricità per alimentare le loro spazzole, il che significa che non hanno bisogno dell’aiuto della mano per lavarsi i denti. Questo li rende più facili da usare rispetto agli spazzolini manuali, perché non c’è bisogno di pressione da parte vostra. Il motore all’interno del manico dello spazzolino elettrico fa girare la testina a migliaia di giri al minuto (rotazioni al minuto) in modo da garantire una pulizia profonda a ogni passata.

Perché ne ho bisogno?

Se avete un apparecchio o un impianto dentale, lo spazzolino elettrico è l’ideale perché garantisce una pulizia profonda senza danneggiare i fili o i brackets dell’apparecchio.

Come faccio a sapere quando è il momento di sostituire la batteria?

Se si nota che lo spazzolino non funziona più bene come una volta, potrebbe essere il momento di sostituire la batteria. Se lo spazzolino elettrico non funziona correttamente, il primo passo è rimuovere la batteria vecchia e sostituirla con una nuova. Provate a eseguire un ciclo completo per vedere se il problema si risolve. Se non funziona, è possibile che il problema riguardi l’unità di ricarica stessa e che si debba contattare il nostro servizio clienti per ulteriore assistenza.

Commenti, recensioni e opinioni sugli spazzolini elettrici

“Spazzolino elettrico Oral-B Pulsar Pro 1000: questo spazzolino offre un’azione oscillante per la pulizia dei denti, oltre a tre modalità di spazzolamento e a un indicatore di durata della batteria. Il manico è progettato in modo ergonomico per garantire il massimo comfort ed è dotato di una testina che può essere sostituita quando è usurata. Dispone inoltre di un timer e di un sensore di pressione per garantire che non si esageri con lo spazzolamento.”

“Philips Sonicare DiamondClean Spazzolino elettrico intelligente: questo spazzolino offre 5 modalità di pulizia: Daily Clean, Gum Care, Sensitive, Whitening e Deep Clean. Ha 3 impostazioni di intensità e viene fornito con due testine: una per l’uso quotidiano e una per la pulizia profonda. Il manico è dotato anche di un timer che segnala ogni 30 secondi per sapere quando passare a un’altra zona della bocca.”

“Spazzolino elettrico Oral-B Pro 7000 SmartSeries con connettività Bluetooth (nero): questo spazzolino offre cinque modalità di pulizia (Pulizia quotidiana; Salute delle gengive; Sensibile; Sbiancante; Pulizia profonda) e 3 impostazioni di intensità.”

“Sono una grande fan dello spazzolino Sonicare. Ne uso uno da anni e lo adoro. L’azione sonica penetra in modo molto efficace in tutte le aree della bocca, anche dietro i denti anteriori. La testina dello spazzolino ha setole piccole e molto morbide, ma che svolgono un ottimo lavoro di pulizia intorno agli apparecchi ortodontici e ad altri lavori dentali.

Il Sonicare è molto più costoso della maggior parte degli altri spazzolini elettrici, ma considerando la sua efficacia e la sua durata (è necessario sostituire le testine ogni tre mesi circa), penso che valga la pena di spendere.

Un’altra marca di cui ho sentito parlare bene è Waterpik, che utilizza la pressione dell’acqua per pulire i denti invece delle vibrazioni come gli spazzolini elettrici.”

Conclusione

In generale, il miglior spazzolino elettrico sarà quello che, fa il suo lavoro. Sta a voi decidere quali sono le caratteristiche più importanti per il vostro.