Piastra per capelli: qual’è la migliore, materiali, dimensioni e forme

Quando si tratta di comprare una piastra per capelli, questo non deve essere un processo complicato. Ci sono molte piastre per capelli sul mercato che possono rendere difficile il processo di lisciare i capelli, ma se fai la tua ricerca, scoprirai che è molto semplice.

Piastra per capelli: cos’è e chi l’ha inventata 

Una piastra per capelli, conosciuta anche come ferro da stiro o semplicemente piastra, è un apparecchio per la cura dei capelli utilizzato per raddrizzare i capelli per dargli un aspetto liscio ed elegante. Funziona rompendo i legami chimici delle molecole di idrogeno dei capelli, il che fa sì che le ciocche diventino temporaneamente più malleabili e più facili da manipolare nelle forme desiderate.

Così si scopre che la piastra per capelli è stata inventata per gli uomini dai capelli ricci. Suppongo che si potrebbe dire che è stata inventata da un uomo dai capelli ricci, perché l’uomo che per primo ha brevettato una piastra per capelli aveva in effetti i capelli ricci.

Secondo il New York Times, Marcel Grateau ha ricevuto il suo brevetto nel 1872. Il suo dispositivo per raddrizzare i capelli consisteva in due pinze di metallo dall’estremità rotonda incernierate insieme, che potevano essere riscaldate su una fiamma di gas o kerosene. Le pinze riscaldate venivano poi utilizzate per premere e lisciare i capelli, dandogli un aspetto più liscio.

Grateau non è l’unico inventore il cui nome è legato ai ferri da stiro; anche Isaac K. Shero brevettò la sua versione di un pettine a caldo nello stesso periodo di Grateau, e prima ancora la signora C.J. Walker, a cui viene spesso attribuita l’invenzione del pettine a caldo (come donna afroamericana sarebbe stata probabilmente oggetto di discriminazione e le sarebbe stato negato il credito per la sua creazione). La storia degli strumenti per raddrizzare i capelli sembra essere strettamente intrecciata con la cultura afroamericana.

Materiali di una piastra: titanio, ceramica e tormalina

Quando si tratta di piastre per capelli, non c’è un approccio universale. Materiali diversi possono dare risultati diversi (e ogni persona ha capelli diversi), quindi è importante considerare attentamente le tue opzioni.

Piastra in titanio

Il titanio si riscalda ancora più velocemente della ceramica e della tormalina e può raggiungere temperature più elevate. Scivola anche attraverso i tuoi capelli molto facilmente, causando meno danni alla cuticola. L’unico aspetto negativo è che il titanio è piuttosto pesante rispetto ad altri materiali, il che può essere un problema se hai capelli spessi e lunghi.

Piastra in ceramica

Le piastre per capelli in ceramica utilizzano piastre in ceramica per condurre il calore, dandoti ciocche lisce come la seta in pochi minuti. Ecco 7 motivi per cui la piastra per capelli in ceramica è la migliore piastra per capelli sul mercato:

  1. è super facile da usare: con la pratica puoi ottenere risultati degni di un salone nel tuo bagno;
  2. È economico: le piastre per capelli in ceramica possono essere acquistate per meno di 20 dollari;
  3. Lascia i tuoi capelli alla grande: la tecnologia della piastra in ceramica emette ioni negativi che sigillano l’umidità e lasciano i capelli lisci e lucenti;
  4. Funziona su tutti i tipi di capelli: spessi, ricci o lisci, la piastra per capelli in ceramica farà il lavoro;
  5. Può essere usata per arricciare i tuoi capelli, oltre a raddrizzarli: il design di molti modelli rende facile creare anche onde e riccioli!
  6. Puoi comprare diversi modelli per diversi scopi: se vuoi un modello da viaggio o uno con impostazioni di calore variabili, c’è un modello per te;
  7. Fanno bene alla salute e non causano danni come altri metodi di styling: questi ferri non si basano su prodotti chimici o alte temperature che potrebbero bruciare.

Piastra in tormalina

La piastra per capelli alla tormalina è un’ottima scelta per qualsiasi donna con molti capelli o per chiunque voglia mantenere i capelli lisci per ore e ore. Questa piastra per capelli utilizza piastre in tormalina e ceramica. Le piastre di tormalina aiutano a riscaldare i capelli in modo uniforme e veloce. Le piastre in ceramica aggiungono lucentezza e morbidezza ai capelli.

Come suggerisce il nome, questo strumento si riscalda molto rapidamente, quindi non ci sarà bisogno di aspettare che sia pronto. Ha anche impostazioni di temperatura regolabili che ti permettono di scegliere quanto caldo vuoi che diventi. Questo significa che puoi usarlo su tutti i tipi di capelli senza danneggiarli.

Un’altra grande caratteristica di questo strumento è che viene fornito con un guanto resistente al calore in modo da poter proteggere le mani mentre lo si utilizza. Puoi anche usare la piastra su capelli bagnati o asciutti, come preferisci.

Quando usi questo strumento, assicurati di usare una spazzola non metallica perché potrebbe graffiare le piastre e causare danni ai tuoi capelli. Assicurati anche che la spazzola non sia troppo calda, perché potrebbe bruciare il cuoio capelluto se usata troppo calda.

Piastra a vapore

Una piastra a vapore permette di stirare i capelli in maniera rapida e senza danneggiarli, regalando brillantezza e luminosità.

Le piastre a vapore sono un ottimo strumento per stirare i capelli in maniera definitiva, senza rovinarli. Sono molto semplici da utilizzare, basta infatti passarle sui capelli umidi per vedere risultati immediati. La piastra a vapore stira meglio i capelli, li rende morbidi e lucidi. I materiali di cui sono fatte le piastre a vapore sono diversi: ferro ma anche tormalina. Le caratteristiche della piastra a vapore dipendono dai materiali con cui è fatta: il prezzo delle piastre in tormalina è maggiore rispetto alle classiche piastre in ferro, ma la resa è migliore.

Diverse dimensioni di una piastra

La dimensione della tua piastra per capelli è importante per diverse ragioni. Se hai capelli molto lunghi o spessi, potresti aver bisogno di una piastra più grande per fare il lavoro più velocemente e più facilmente. Se hai i capelli corti e sottili, tuttavia, una taglia più piccola dovrebbe andare bene.

Le piastre strette sono migliori per i capelli più corti, mentre quelle più larghe sono ideali per i capelli lunghi.

Le ciocche lunghe e lussureggianti potrebbero richiedere una piastra più larga per raddrizzare correttamente, mentre i capelli più corti sono solitamente più adatti alle piastre strette.

Le piastre con una larghezza di 1 pollice o meno sono la scelta più popolare per i capelli corti e quelli con ciocche di media lunghezza possono scegliere tra piastre strette e larghe. Le ragazze con onde lunghe o ricci spessi potrebbero scoprire che solo una piastra larga farà il lavoro correttamente.

Consumo di una piastra

La piastra per capelli media usa circa 30 watt di potenza. Alcuni modelli possono usare fino a 50 watt. Se moltiplichiamo questo per il numero di minuti in cui tipicamente si riscalda la piastra per capelli, otteniamo una cifra più specifica. Per esempio:

30 watt x 10 minuti di utilizzo = 300 watt-minuti al giorno;

30 watt x 15 minuti di utilizzo = 450 watt-minuti al giorno;

50 watt x 10 minuti di utilizzo = 500 watt-minuti al giorno

50 watt x 15 minuti di utilizzo = 750 watt-minuti al giorno

Un 1.000 watt-secondo (1 kilowatt-ora) è lo stesso che usare 1.000 watt per 1 secondo o usare 1 watt per 1.000 secondi (circa 17 minuti). Quindi, se vuoi convertire il consumo di energia della tua piastra per capelli da watt-minuti a chilowatt-ora, basta dividerlo per 60 per ottenere il chilowattora.

Forme della piastra: curva e piatta

La forma della piastra per capelli si riferisce al design della piastra. Alcune sono curve, in modo da poter creare riccioli, mentre altre sono piatte e raddrizzano semplicemente i capelli.

Piastra per capelli curve: le piastre per capelli ricurve sono progettate per essere usate per creare onde e ricci nei tuoi capelli e per raddrizzarli. Il design è tipicamente un ferro piatto, ma con bordi arrotondati. Sarai ancora in grado di ottenere capelli lisci se lo vuoi, ma ti permetterà anche di creare riccioli e onde se preferisci un look più strutturato. Se vuoi versatilità nello styling dei tuoi capelli, questa è la piastra che fa per te.

Piastra per capelli lisci: se vuoi un look super liscio ed elegante con i capelli lisci, allora hai bisogno di una piastra per capelli piatta o dritta. Una piastra per capelli piatta o a ferro piatto avrà probabilmente delle piastre più larghe e più lunghe di un modello curvo. Questo significa che sono più adatti per i capelli lunghi e spessi che hanno bisogno di più superficie per ottenere un look più liscio.

Consigli per la manutenzione della piastra

Mantenere la tua piastra per capelli è importante. In questo articolo, imparerai come pulire e mantenere la tua piastra per capelli.

Quando si usa una piastra per capelli, è importante tenerla pulita perché lo sporco può causare danni ai capelli. Lo sporco può anche far sì che la piastra non funzioni bene come dovrebbe. Assicurati di spegnere il ferro dopo aver finito di usarlo. Lascia raffreddare il ferro prima di provare a pulirlo. Dopo che il ferro si è raffreddato, usa un panno umido e pulisci delicatamente ogni residuo sul ferro. Usa un batuffolo di cotone immerso nell’alcol se c’è qualche residuo difficile da rimuovere. Non usare acqua perché l’acqua può entrare nel ferro e causare danni alle parti interne del ferro.

Tieni il tuo ferro da stiro in una custodia quando non lo usi in modo che la polvere non si depositi su di esso. Puoi acquistare una custodia per ferro da stiro nella maggior parte dei negozi che vendono prodotti di bellezza o online su siti web come Amazon o eBay.

Se hai un problema con il tuo ferro, consulta il manuale d’uso prima di cercare di risolverlo da solo, perché alcuni problemi richiedono strumenti specializzati come un kit di saldatura o un set di cacciaviti a seconda del tipo di problema che stai avendo con il tuo ferro.

Recensioni e opinioni sulle piastre

“Ho comprato la piastra per capelli circa un mese fa e ha funzionato perfettamente. Le prime volte ho notato un po’ di odore di bruciato, ma è andato via presto. Tuttavia, dopo averla usata per circa 10-15 volte, la piastra ha iniziato a spegnersi automaticamente dopo pochi secondi di utilizzo. Ho provato a pulirla con una spazzola ma non sono riuscito a risolvere il problema. Dopo aver provato ad accendere la piastra più volte, oggi, quando l’ho accesa, ha iniziato ad emettere fumo e odori come se la plastica si stesse sciogliendo. Non consiglierò questo prodotto a nessuno perché è molto pericoloso da usare.”

“Ho acquistato la piastra in ceramica GVP per sostituire un amato Chi che non funzionava più. Ho dei capelli molto spessi e ricci che sono difficili da domare e quando li stiro ho bisogno che restino lisci. Non è divertente avere i capelli che si arricciano non appena si esce di casa. Quindi, le mie aspettative erano che questo prodotto avrebbe raddrizzato i miei capelli e li avrebbe mantenuti per tutto il giorno. Quando ho ricevuto questo ferro a casa, sono rimasto impressionato da quanto sia pesante per qualcosa di così economico. Era anche un bel colore, che è importante per me perché sono una ragazza! 🙂 L’ho provato sui miei capelli e sono rimasta delusa fin dall’inizio. Non avrebbe riscaldato abbastanza caldo, quindi ci è voluta un’eternità per raddrizzare i miei capelli. Alla fine, solo una parte dei miei capelli era dritta e sembrava divertente. Inoltre, in pochi mesi di possesso di questo ferro, la clip che tiene il cavo si è rotta. Questo rende l’uso più difficile perché il cavo è sempre in mezzo ai piedi perché è così pesante (il filo stesso è abbastanza pesante). Tutto sommato, se state cercando un ferro da stiro economico per un uso a breve termine, questo probabilmente andrà bene per voi.”

“Ho la stessa piastra per capelli da anni. È una Remington e ne sono rimasta molto soddisfatta! Mia madre usa lo stesso tipo e anche lei ama la sua! Perciò, quando la mia piastra è finalmente morta, sono uscita e ho comprato esattamente lo stesso tipo. Quella nuova che ho comprato costava 30 dollari in più di quanto l’avevo pagata originariamente, ma non mi dispiaceva spendere un po’ di soldi in più se significava avere un’altra piastra di buona qualità. La prima volta che ho usato la mia nuova piastra per capelli Remington, sono rimasta estremamente delusa. Prima di tutto, ci ha messo una vita a riscaldarsi! Ci sono voluti almeno dieci minuti buoni prima che fosse abbastanza caldo da usare sui miei capelli. In secondo luogo, davvero non ha raddrizzato i miei capelli molto bene. Si scaldava abbastanza da bruciarmi le mani se si avvicinavano alle piastre, ma non riusciva a scaldarsi abbastanza da raddrizzare i miei capelli spessi. Infine, il cavo di trazione era difettoso appena uscito dalla scatola. L’asta continuava a ritrarre il cavo se si tirava troppo forte. Questo problema mi faceva impazzire perché ogni volta che tiravo il cavo per cambiare la direzione della stiratura, il cavo si ritraeva dentro di sé.”

Domande frequenti

Qual è la migliore piastra per capelli?

Ci sono molte ottime piastre per capelli là fuori, ma la nostra scelta migliore è il Remington S9620 Shine Therapy Flat Iron. Si riscalda rapidamente, ha ampie piastre fluttuanti per evitare che i capelli si strappino e si tirino, ed è una delle opzioni più convenienti là fuori.

Come si usa una piastra per capelli?

Accendi la tua piastra per capelli e aspetta che si riscaldi. Separa i tuoi capelli, afferra una piccola parte con il tuo ferro e stringi. Esegui il ferro su quella sezione di capelli lentamente fino a raggiungere le punte. Ripeti finché non hai raddrizzato tutti i tuoi capelli.

Come pulisco una piastra?

Puoi usare una soluzione di pulizia sulla maggior parte dei ferri piatti. Strofinala su entrambe le piastre e puliscile con un panno. Se vuoi evitare prodotti chimici aggressivi, puoi anche usare alcool o aceto bianco invece di detergenti commerciali.

Come faccio a sapere quale piastra per capelli è giusta per me?

Abbiamo creato uno strumento chiamato Hair Straightener Selector che può aiutarti a trovare la piastra perfetta in base al tuo tipo di capelli e alle tue esigenze di styling. Puoi provarlo cliccando qui.

Quanto tempo ci vuole per lisciare i miei capelli? Dipende da quanto sono spessi e lunghi i tuoi capelli, ma nella maggior parte dei casi ci vogliono 20 minuti o meno.

Le piastre per capelli sono pericolose?

Sì, ma se usate correttamente, il rischio è minimo. Il problema è che la maggior parte delle persone non capisce come usare le piastre per capelli in modo sicuro. Non si rendono conto che dovrebbero spegnerle quando non sono in uso (per evitare di bruciare se stessi o l’ambiente circostante), e non sanno che la temperatura giusta può cambiare a seconda dello spessore e della struttura dei capelli. Alcune semplici precauzioni possono fare molto: Leggere attentamente il manuale e seguire tutte le istruzioni, non lasciare la piastra calda incustodita, usare un guanto resistente al calore se è difficile maneggiarla a mani nude e assicurarsi che non ci sia nulla di infiammabile a portata di mano mentre la si usa.

Come si usa la piastra per capelli sui capelli corti?

Assicurati di aver spazzolato i capelli prima di usare la piastra. Usa sezioni più piccole dei tuoi capelli e lavora dalle radici alle punte. Taglia via tutti i capelli sciolti che non vuoi bruciare con le piastre calde della piastra.

Quali sono i vantaggi di usare una piastra?

Beh, ce ne sono parecchi! Prima di tutto, sono ottimi per ottenere stili lisci e senza crespo che durano tutto il giorno. Hanno anche molti altri usi – dalle onde ai ricci – quindi sono strumenti versatili che possono essere usati come strumenti di styling quotidiano o solo in occasioni speciali. Inoltre, possono essere ottimi per i viaggi perché non richiedono alcuna spina!

Conclusione

Questi consigli dovrebbero aiutarvi nell’acquisto della piastra per capelli giusta, così come aiutarvi a scegliere quali caratteristiche sono più importanti. Una volta che hai una migliore comprensione di ciò che vuoi, buona fortuna!